Corte Ue giudica regolare affidamento ad Autolinee Toscane (ANSA)

ansa-700x366-precomposed (ANSA) – BRUXELLES, 21 MAR – L’aggiudicazione, nel 2016, della concessione del trasporto pubblico in Toscana ad Autolinee Toscane non è viziata dal fatto che tale società è partecipata dalla francese Ratp. Lo ha stabilito la Corte di giustizia Ue, chiamata a pronunciarsi sul caso dal Consiglio di Stato italiano.

La disputa giudiziaria nasce dal ricorso intentato dall’impresa di trasporti Mobit contro l’aggiudicazione alla società Autolinee Toscane (AT) della concessione del trasporto pubblico locale in Toscana. Continua a Leggere

Tramvia pronta tra 15 giorni. Da oggi viaggia ma tutta vuota (la Repubblica – Firenze)

Repubblica26gen2019

la Repubblica Firenze – 26 gennaio 2019 – di Ilaria Ciuti – La linea 2 della tramvia, da Peretola alla stazione, sta per partire. […] Ieri l’Ustif ha stilato la relazione sui punti critici da consegnare a Gest, la società di gestione delle tramvie a cui ieri sera non era ancora arrivata. Erano arrivate però le date per il preesercizio, il periodo di prova come se il servizio fosse regolare ma senza passeggeri a bordo: 15 giorni. Gest è pronta a iniziare il pre-esercizio oggi, il 9 finirà e la sera stessa scriverà la sua relazione all’Ustif. Il 10 è domenica, l’11 la commissione ministeriale tornerà a Firenze per verificare la relazione e dare il nulla osta del ministero in base a cui la Regione darà l’autorizzazione a partire con le porte aperte. Leggi l’articolo… 

Linea 2, in carrozza. Collaudi finali (La Nazione – Firenze)

Nazione26gen2019La Nazione Firenze – 26 gennaio 2019 – di Ilaria Ulivelli – Da oggi partiranno i quindici giorni di pre-esercizio e poi i Sirio della linea 2 che collega piazza dell’Unità all’aeroporto di Peretola, potranno viaggiare con i passeggeri a bordo. Lo ha deciso ieri la commissione ministeriale Ustif che, dopo la fase di collaudi a verifica dell’infrastruttura e della documentazione tecnica acquisita, ha dato il nullaosta per l’avvio del pre-esercizio, fissandone tempi e modalità. […] Già da oggi, Gest, l’azienda del gruppo francese Régie autonome des transports parisiens (Ratp) che si occupa della costruzione e della gestione delle linee della tranvia fiorentina, sarà impegnata a gestire quest’ultima fase di verifica, che prevede la simulazione del servizio a porte chiuse. Giri a vuoto senza passeggeri a bordo: un’attività necessaria per testare la funzionalità della linea, evidenziare eventuali problemi e adottare le soluzioni prima di aprire le porte ai passeggeri…..  Leggi tutto l’articolo

I tecnici danno il via al pre-esercizio sulla Linea 2: durerà 15 giorni (Corriere fiorentino)

corriere26gen2019Corriere fiorentino – 26 gennaio 2019 – di Marzio Fatucchi – […] “Questo periodo di 15 giorni – precisa l’ad di Gest, JeanLuc Laugaa – consentiranno ai nostri tecnici, conducenti e regolatori di approfondire la conoscenza del percorso, testare il funzionamento delle tecnologie, verificare i tempi di percorrenza e la gestione di eventuali emergenze». Perché ora va verificata la «simulazione del servizio a porte chiuse. Attività necessaria per testare la funzionalità della linea, evidenziare eventuali problemi e adottare le soluzioni prima di avviare il servizio all’utenza» spiegano sempre da Gest […]” Leggi tutto l’articolo…

Tramvia, inizia il pre-esercizio sulla linea 2 (Rtv38)

Rtv38 spiega l’avvio del pre-esercizio della linea 2 della tramvia di Firenze da parte di GEST dopo il nulla osta della commissione ministeriale. Nel servizio le parole di Jean-Luc Laugaa, Ad di GEST, Ratp dev Italia, che spiega che tutta l’azienda sarà impegnata in questa fase, contando sulle professionalità presenti in azienda, con tutte le attività, fra test e verifiche, come previsto dal ministero, che consentiranno di garantire un servizio affidabile e sicuro.

Linea T2, Ministero: 15 giorni di pre-esercizio. Laugaa: “Un periodo necessario per garantire un servizio affidabile e sicuro”

Foto GEST pre-esercizioSCANDICCI, 25 GENNAIO 2018 – Quindici giorni di pre-esercizio e poi i Sirio della linea T2 / Piazza Unità – Peretola Aeroporto, apriranno le porte ai passeggeri. È quanto deciso dalla Commissione Ministeriale (USTIF) che, dopo la fase di collaudi, verifica dell’infrastruttura e della documentazione tecnica ha dato il nulla osta per l’avvio del pre-esercizio, fissandone tempi e modalità.

Questo periodo di 15 giorni – precisa l’amministratore delegato di GEST, Jean-Luc Laugaa consentiranno ai nostri tecnici, conducenti e regolatori di approfondire la conoscenza del percorso, testare il funzionamento delle tecnologie, verificare i tempi di percorrenza e la gestione di eventuali emergenze”.

Già da domani, sabato 26 gennaio, GEST sarà impegnata a gestire quest’ultima fase, che prevede la simulazione del servizio a porte chiuse. Attività necessaria per testare la funzionalità della linea, evidenziare eventuali problemi e adottare le soluzioni prima di avviare il servizio all’utenza.

“Affronteremo questa fase raddoppiando il lavoro e contando sulle professionalità presenti in azienda – prosegue Laugaa. Le attività, test e verifiche che svolgeremo nei prossimi giorni, come previsto dal Ministero, ci consentiranno di garantire un servizio affidabile e in sicurezza”.

A conclusione del pre-esercizio invieremo una relazione al Ministero che dovrà rilasciare alla Regione il nulla osta per l’avvio dell’esercizio. Appena la Regione pubblicherà il decreto le porte di Sirio si apriranno, per tutti.

In questi 15 giorni i tram circoleranno regolarmente su tutti i 5,3 km della linea T2, dalla fermata di Piazza dell’Unità d’Italia fino a “Peretola Aeroporto”, proprio a due passi dallo scalo.

 

Scarica il comunicato in PDF

Trasporti: avv. Corte Ue, ok gara con Autolinee Toscane (ANSA)

Ansaa

BRUXELLES – Nessuna disposizione del regolamento comunitario sui servizi pubblici di trasporto di passeggeri impedisce l’aggiudicazione tramite gara di un contratto ad Autolinee Toscane.

Quando l’amministrazione procede con una gara, deve aprirla a tutti gli operatori. E’ il parere (non vincolante) dell’avvocato generale della Corte di giustizia Ue, Henrik Saugmandsgaard.

Le conclusioni dell’avvocato riguardano la causa dell’impresa di trasporti Mobit, che ha impugnato l’aggiudicazione definitiva alla società della concessione in Toscana del trasporto pubblico locale. Secondo Mobit, Autolinee Toscane avrebbe dovuto essere esclusa dalla gara in virtù della normativa comunitaria del 2007 che regola i servizi pubblici di trasporto, in quanto la società è controllata dalla Régie Autonome des Transports Parisiens (Ratp), beneficiaria di una concessione statale francese e quindi già avvantaggiata, in termini di concorrenza, in un altro Stato.

Autolinee Toscane ha presentato a sua volta un proprio ricorso per ottenere l’esclusione dell’offerta depositata da Mobit. Il Tar della Toscana ha accolto entrambi i ricorsi e il Consiglio di Stato, davanti al quale entrambe le società hanno fatto appello, si è rivolto alla Corte di giustizia.

L’avvocato spiega che il regolamento del 2007 stabilisce due regimi transitori che esonerano totalmente o parzialmente gli affidamenti di trasporto pubblico passeggeri dalla necessità di rispettarlo. Infine, secondo l’avvocato, quando l’amministrazione intende procedere con gara deve aprirla a tutti gli operatori.

TRASPORTI: AVVOCATO UE, DIRITTO UE NON IMPEDISCE AGGIUDICAZIONE CON GARA AD AUTOLINEE TOSCANE (RADIOCOR)

ag_radiocor

Bruxelles, 25 ott – Il diritto Ue non impedisce l’aggiudicazione tramite gara del trasporto pubblico locale ad Autolinee Toscane. E’ questo il parere dell’Avvocato generale Henrik Saugmandsgaard sul caso che ha coinvolto l’impresa di trasporti Mobit che ha impugnato l’aggiudicazione definitiva alla societa’ Autolinee Toscane, nel 2016, della concessione del trasporto pubblico locale in Toscana. Mobit ritiene che Autolinee Toscane avrebbe dovuto essere esclusa dalla visto che la stessa Autolinee Toscane e’ controllata dalla Re’gie Autonome des Transports Parisiens (Ratp), soggetto che potrebbe essere qualificato come ‘operatore interno’.

Continua a Leggere

CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA: CONCLUSIONI

CatturaCURIAOggi, giovedì 25 ottobre 2018, sono state esposte e pubblicate le Conclusioni dell’Avvocato Generale Henrik Saugmandsgaard Øe sul sito della Corte di Giustizia Europa, in merito alle cause nell’ambito di una controversia tra la Mobit Soc e la Regione Toscana, riguardante l’aggiudicazione definitiva ad Autolinee Toscane SpA.

I.      Introduzione

1.        Con due ordinanze del 6 aprile 2017, il Consiglio di Stato (Italia) ha presentato alla Corte due domande di pronuncia pregiudiziale sull’interpretazione dell’articolo 5, paragrafo 2, e dell’articolo 8, paragrafo 3, del regolamento (CE) n. 1370/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 ottobre 2007, relativo ai servizi pubblici di trasporto di passeggeri su strada e per ferrovia e che abroga i regolamenti del Consiglio (CEE) n. 1191/69 e (CEE) n. 1107/70 (2).

2.        Tali domande sono state presentate, da un lato, nell’ambito di una controversia tra la Mobit Soc. cons. arl, un consorzio che riunisce diverse imprese italiane operanti nel settore dei trasporti, e la Regione Toscana (Italia), riguardante l’aggiudicazione definitiva ad Autolinee Toscane SpA, impresa controllata dalla Régie autonome des transports parisiens (RATP), di un contratto di servizi di trasporto pubblico locale e, dall’altro, nell’ambito di una controversia fra Autolinee Toscane e Mobit che rientra nel medesimo contesto di fatto.

3.        Con tali questioni, il giudice del rinvio intende, in sostanza, accertare se gli articoli 5 e 8 del regolamento n. 1370/2007 debbano essere interpretati nel senso che un operatore, quale Autolinee Toscane nella controversia di cui al procedimento principale, deve essere escluso da una procedura di aggiudicazione tramite gara sulla base del rilievo che tale operatore è controllato da un altro operatore, vale a dire la RATP in tale controversia, che ha beneficiato di un’aggiudicazione diretta prima dell’entrata in vigore di tale regolamento (3).

4.        Per i motivi che esporrò qui di seguito nelle presenti conclusioni, ritengo che nessuna disposizione del regolamento n. 1370/2007 osti, nelle circostanze di cui alla controversia principale, all’aggiudicazione tramite gara di un contratto di servizi di trasporto pubblico ad un operatore quale Autolinee Toscane.

Scarica le Conclusioni dell’Avvocato generale UE (C-350-17 e C-351-17)

Addio Cenerentola, la tramvia anche dopo mezzanotte (Corriere fiorentino)

Corriere18-08-2018Corriere fiorentino – 18 agosto 2018 – di Antonio Passanese – Un motivo in più per lasciare l’auto a casa ed evitare il traffico: da lunedì 20 agosto ci sarà il prolungamento serale delle corse in tram verso Careggi, con un ultimo passaggio da Santa Maria Novella a mezzanotte e mezza (ora, invece, l’ultima corsa parte alle 23,27). Un grande beneficio per tutti, soprattutto i più giovani e i turisti che la sera frequentano il centro. Si tratta di un piccolo passo che va nella direzione di rendere più semplice la vita quotidiana. Un risultato visibile. Leggi l’articolo integrale…