Trasporti: avv. Corte Ue, ok gara con Autolinee Toscane (ANSA)

Ansaa

BRUXELLES – Nessuna disposizione del regolamento comunitario sui servizi pubblici di trasporto di passeggeri impedisce l’aggiudicazione tramite gara di un contratto ad Autolinee Toscane.

Quando l’amministrazione procede con una gara, deve aprirla a tutti gli operatori. E’ il parere (non vincolante) dell’avvocato generale della Corte di giustizia Ue, Henrik Saugmandsgaard.

Le conclusioni dell’avvocato riguardano la causa dell’impresa di trasporti Mobit, che ha impugnato l’aggiudicazione definitiva alla società della concessione in Toscana del trasporto pubblico locale. Secondo Mobit, Autolinee Toscane avrebbe dovuto essere esclusa dalla gara in virtù della normativa comunitaria del 2007 che regola i servizi pubblici di trasporto, in quanto la società è controllata dalla Régie Autonome des Transports Parisiens (Ratp), beneficiaria di una concessione statale francese e quindi già avvantaggiata, in termini di concorrenza, in un altro Stato.

Autolinee Toscane ha presentato a sua volta un proprio ricorso per ottenere l’esclusione dell’offerta depositata da Mobit. Il Tar della Toscana ha accolto entrambi i ricorsi e il Consiglio di Stato, davanti al quale entrambe le società hanno fatto appello, si è rivolto alla Corte di giustizia.

L’avvocato spiega che il regolamento del 2007 stabilisce due regimi transitori che esonerano totalmente o parzialmente gli affidamenti di trasporto pubblico passeggeri dalla necessità di rispettarlo. Infine, secondo l’avvocato, quando l’amministrazione intende procedere con gara deve aprirla a tutti gli operatori.

TRASPORTI: AVVOCATO UE, DIRITTO UE NON IMPEDISCE AGGIUDICAZIONE CON GARA AD AUTOLINEE TOSCANE (RADIOCOR)

ag_radiocor

Bruxelles, 25 ott – Il diritto Ue non impedisce l’aggiudicazione tramite gara del trasporto pubblico locale ad Autolinee Toscane. E’ questo il parere dell’Avvocato generale Henrik Saugmandsgaard sul caso che ha coinvolto l’impresa di trasporti Mobit che ha impugnato l’aggiudicazione definitiva alla societa’ Autolinee Toscane, nel 2016, della concessione del trasporto pubblico locale in Toscana. Mobit ritiene che Autolinee Toscane avrebbe dovuto essere esclusa dalla visto che la stessa Autolinee Toscane e’ controllata dalla Re’gie Autonome des Transports Parisiens (Ratp), soggetto che potrebbe essere qualificato come ‘operatore interno’.

Continua a Leggere

CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA: CONCLUSIONI

CatturaCURIAOggi, giovedì 25 ottobre 2018, sono state esposte e pubblicate le Conclusioni dell’Avvocato Generale Henrik Saugmandsgaard Øe sul sito della Corte di Giustizia Europa, in merito alle cause nell’ambito di una controversia tra la Mobit Soc e la Regione Toscana, riguardante l’aggiudicazione definitiva ad Autolinee Toscane SpA.

I.      Introduzione

1.        Con due ordinanze del 6 aprile 2017, il Consiglio di Stato (Italia) ha presentato alla Corte due domande di pronuncia pregiudiziale sull’interpretazione dell’articolo 5, paragrafo 2, e dell’articolo 8, paragrafo 3, del regolamento (CE) n. 1370/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 ottobre 2007, relativo ai servizi pubblici di trasporto di passeggeri su strada e per ferrovia e che abroga i regolamenti del Consiglio (CEE) n. 1191/69 e (CEE) n. 1107/70 (2).

2.        Tali domande sono state presentate, da un lato, nell’ambito di una controversia tra la Mobit Soc. cons. arl, un consorzio che riunisce diverse imprese italiane operanti nel settore dei trasporti, e la Regione Toscana (Italia), riguardante l’aggiudicazione definitiva ad Autolinee Toscane SpA, impresa controllata dalla Régie autonome des transports parisiens (RATP), di un contratto di servizi di trasporto pubblico locale e, dall’altro, nell’ambito di una controversia fra Autolinee Toscane e Mobit che rientra nel medesimo contesto di fatto.

3.        Con tali questioni, il giudice del rinvio intende, in sostanza, accertare se gli articoli 5 e 8 del regolamento n. 1370/2007 debbano essere interpretati nel senso che un operatore, quale Autolinee Toscane nella controversia di cui al procedimento principale, deve essere escluso da una procedura di aggiudicazione tramite gara sulla base del rilievo che tale operatore è controllato da un altro operatore, vale a dire la RATP in tale controversia, che ha beneficiato di un’aggiudicazione diretta prima dell’entrata in vigore di tale regolamento (3).

4.        Per i motivi che esporrò qui di seguito nelle presenti conclusioni, ritengo che nessuna disposizione del regolamento n. 1370/2007 osti, nelle circostanze di cui alla controversia principale, all’aggiudicazione tramite gara di un contratto di servizi di trasporto pubblico ad un operatore quale Autolinee Toscane.

Scarica le Conclusioni dell’Avvocato generale UE (C-350-17 e C-351-17)

Addio Cenerentola, la tramvia anche dopo mezzanotte (Corriere fiorentino)

Corriere18-08-2018Corriere fiorentino – 18 agosto 2018 – di Antonio Passanese – Un motivo in più per lasciare l’auto a casa ed evitare il traffico: da lunedì 20 agosto ci sarà il prolungamento serale delle corse in tram verso Careggi, con un ultimo passaggio da Santa Maria Novella a mezzanotte e mezza (ora, invece, l’ultima corsa parte alle 23,27). Un grande beneficio per tutti, soprattutto i più giovani e i turisti che la sera frequentano il centro. Si tratta di un piccolo passo che va nella direzione di rendere più semplice la vita quotidiana. Un risultato visibile. Leggi l’articolo integrale… 

Tram: corse più frequenti della linea 1

Nazione18-07-2018La Nazione Firenze – 18 agosto 2018 – Aumenta la frequenza della tramvia. Da lunedì 27 i tram della linea T1 Leonardo Villa Costanza-Gareggi passeranno ogni 4 minuti circa, invece che ogni 6 minuti come accade adesso sulla base dell’orario estivo. Intanto da lunedì prossimo partirà il prolungamento serale delle corse verso Gareggi con l’equiparazione a quelle del servizio in direzione di Scandicci, con un ultimo passaggio da SMN in direzione dell’ospedale a mezzanotte e mezza, dalla domenica al giovedì (nei weekend confermato il consueto prolungamento notturno). Leggi l’articolo integrale… 

Aspettando Sirio, sotto sole e pioggia (Corriere fiorentino)

Corriere08-08-2018Corriere fiorentino – 08 agosto 2018 – di Giulio Gori – Guai a intralciare la bella vista dei pali della tramvia. Alla stazione di Santa Maria Novella, le quattro fermate del T1 Leonardo non hanno pensilina. Così, fiorentini e turisti aspettano la propria corsa senza alcun riparo, che sia il sole d’agosto o i temporali estivi come quello di ieri sera. Il motivo, riferiscono da Gest, la società che gestisce la tramvia, è il no arrivato dalla soprintendenza di belle arti e paesaggio. Le tettoie per le fermate del tram disturberebbero la vista sulla basilica di Santa Maria Novella. Ecco perciò che, dove per oltre vent’anni sorgeva la superpensilina di Cristiano Toraldo di Francia, oggi non vengono autorizzate neanche piccolissime tettoie. Leggi l’articolo integrale

Sirio ogni 4 minuti. Intensificate le corse (Nazione Firenze)

Nazione01-08-2018La Nazione Firenze – 1 agosto 2018 – Dal prossimo 27 agosto i tram della linea T1 Leonardo Villa Costanza-Gareggi passeranno ogni 4 minuti invece che ogni 6, come accade adesso sulla base dell’orario estivo. La seconda novità in ponte scatterà invece lunedì 20 agosto con il prolungamento serale delle corse verso Gareggi e l’equiparazione a quelle del servizio in direzione Scandicci: l’ultimo passaggio da Santa Maria Novella in direzione dell’ospedale fiorentino sarà alle 00.30 dalla domenica al giovedì (nei fine settimana è infatti confermato il consueto prolungamento notturno). Le decisioni sulle nuove modalità del servizio della linea T1 della tramvia sono emerse, ieri, al termine dell’incontro tra i Comuni di Firenze e Scandicci e la società Gest. Leggi l’articolo integrale

Da fine agosto un tram ogni 4 minuti (la Repubblica Firenze)

repubblica01-08-2018la Repubblica – 1 agosto 2018 – Tramvia, due obiettivi centrati. Tutti e due riguardano l’appena inaugurata linea Ti Scandicci-Careggi. Dal 20 agosto ci sarà un tram di notte dalla stazione a Careggi, l’ultimo partirà alle 00,30, invece che alle attuali 23,50, e arriverà al capolinea verso le una. Ci vorrà di più per combattere l’eccessivo sovraffollamento della linea: solo dal 27 del mese verranno ravvicinate le frequenze dei Sirio. Che non passeranno più a 6 minuti di distanza l’uno dall’altro, come è l’attuale orario estivo, ma a 4 minuti (4,20 per l’esattezza matematica) come nelle ore di punta d’inverno. Leggi l’articolo integrale

I turisti scoprono il tram e il fiorentino si stringe (la Repubblica Firenze)

repubblica28-07-2018la Repubblica Firenze – 28 luglio 2018 – di Ilaria Ciuti – Cronaca di una giornata d’estate in tramvia stazione – Villa Costanza e ritorno, tra le una e le tre di ieri, con la smania di passare dal caldo torrido di fermate, dove a suo tempo la sovrintendenza vietò le tettoie, all’aria condizionata del tram. Una pacchia il tram concordano tutti i passeggeri, gli scandiccesi, i fiorentini e gli abitanti dell’hinterland. Scontenti, però, del recente assalto alla diligenza da parte dei tantissimi turisti più valigie che scendono dai Flixbus al parcheggio di Villa Costanza in  corrispondenza della fermata capolinea di Scandicci. Leggi l’articolo integrale… 

Il notturno mancato? Questione di sicurezza (Nazione Firenze)

Nazione24-07-2018JLNazione Firenze – 24 luglio 2018 – Ma la Tramvia, la nuova moderna tramvia, perché deve
chiudere i battenti, pardon i binari, prima di mezzanotte? Rischiamo davvero di ritrovarci a
bordo di una zucca come Cenerentola? Facile ironia a parte, il problema vero si chiama manutenzione. Gest lo ha già fatto presente in più occasioni. In ballo ci sono la sicurezza e la pulizia dei mezzi e dei binari. Alle una di notte è necessario che l’elettrificazione del tracciato sia sospesa per consentire la manutenzione dei binari e della struttura aerea dell’infrastruttura. Tre ore e mezzo di stop (alle 4 e mezzo del mattino riparte la prima corsa) per svolgere una serie di procedure. La pulizia dei vagoni, certo, ma anche il riempimento degli impianti di sabbiatura, per esempio, quelli che vengono impiegati nei veicoli su rotaia per aumentare l’aderenza tra la ruota e la rotaia. Leggi l’articolo integrale…