Gara TPL: partiti e stoppati i sopralluoghi nelle aziende

Il gruppo Audit di Autolinee Toscane all'entrata del deposito di Ctt Nord
Il gruppo Audit di Autolinee Toscane all’entrata del deposito di Ctt Nord

Firenze, 11 aprile 2016 – “Incomprensibile”. Così Jean Luc Laugaa, Ad di Autolinee Toscane (AT), commenta l’atteggiamento di alcune aziende sull’avvio degli audit previsto dalla Regione Toscana. I primi quattro appuntamenti si sono svolti stamani: quello ai pullman di Busitalia e al deposito Ataf di Firenze e quelli al deposito bus di Ctt Nord di Livorno e a quello di Ala a Pian di Scò. Ingresso impedito a Firenze da parte di Busitalia e Ataf spa. Aperti i cancelli del deposito bus a Livorno e quelli a Pian di Scò.

Continua a Leggere

Ratp, i bus di Parigi conquistano la Toscana (Affari e Finanza – 11.04.2016)

Affari & Finanza – 11 aprile 2016 – di Maurizio Bologni Rep-AffariFinanza-11-04-2016La Repubblica Affari & Finanza – 11 Aprile 2016 – di Maurizio Bologni – “E la piú grande gara d’appalto di un servizio di trasporto pubblico su gomm mai fatta in Europa, quella vinta in Toscana dall’azienda francese , quinto gruppo al mondo nel settore bus, metro, treno e tram“. Leggi l’articolo integrale 

Guerra dei bus, Ratp: noi monpolisti? Falso (Corriere Fiorentino – 8.04.2016)

Capture d’écran 2016-04-12 à 12.14.15Corriere Fiorentino – 8 aprile 2016 – di Claudio Bozza – “Non siamo monopolisti e ora spieghiamo anche perché, e con prove concrete”. Autolinee Toscane, braccio operativo «su gomma » del colosso francese Ratp e vincitore del bando europeo lanciato dalla Regione per assegnare 4 miliardi in n anni per effettuare il servizio di trasporto pubblico, replica punto per punto alle contestazioni sollevate dagli sconfitti, il consorzio Mobit, che riunisce sei aziende tosca- ne con in testa la fiorentina Ataf“. Leggi l’articolo

I bus tra i ricorsi: slitta la svolta. La Regione: fermatevi (Corriere Fiorentino – 7.04.2016)

Capture d’écran 2016-04-12 à 12.20.41Corriere Fiorentino – 7 aprile 2016 – “Tra ricorsi al Tar e persino all’Autorità nazionale anticorruzione presieduta da Cantone, la rivoluzione del trasporto pubblico in Toscana slitta di almeno sei mesi. Se tutto va bene, i francesi di Ratp, vincitrice della prima gara europea per l’assegnazione del servizio «su gomma» battendo il consorzio toscano Mobit, prenderanno il volante della nuova azienda unica a gennaio Leggi l’articolo

Trasporto pubblico, esposto della Regione (Tirreno – 7.04.2016)

Capture d’écran 2016-04-12 à 12.19.57Il Tirreno – 7 aprile 2016 – “La Regione Toscana ha presentato tana segnalazione all’Autorità nazionale anticorruzione, all’Autorità di regolazione dei trasporti e al garante della concorrenza ed e I mercato per «segnalare l’atteggiamento ostativo da parte dei gestori uscenti rispetto all’esecuzione degli atti in base all’esito della gara unica regionale perla gestione del Trasporto pubblico locale su gomma», vinta da Autolinee Toscane (At), «contravvenendo obblighi che erano stati espressamente assunti in sede della gara stessa“. Leggi l’articolo…

Ratp bussa alla porta Ataf però non aprirà (La Repubblica – 7.04.2016)

Capture d’écran 2016-04-12 à 12.20.20
La Repubblica Firenze – 7 aprile 2016 – Ilaria Ciuti – “Vengo anch’io. No tu no. Era un andirivieni, ieri, di lettere di annuncio visite e di relativi rifiuti. Autolinee Toscane (al 100% dei francesi di Ratp) scrive a Mobit (il consorzio dei azien- de toscane guidato da Busitalia al 100% delle Ferrovie e proprietaria di Ataf) che nonostante la diffida ricevuta da Mobit andrà comunque a ispezionare depositi e bus delle aziende del consorzio che hanno perso la gara regionale da 4 miliardi e 11 anni per l’affidamento del servi- zio bus per tutta la Toscana a vantaggio di Autolinee-Ratp“. Leggi l’articolo

Guerra degli autobus, porte in faccia ai francesi (Il Tirreno – 6.04.2016)

Capture d’écran 2016-04-12 à 12.40.14
Il Tirreno – 6 aprile 2016 – di Ilaria Bonuccelli – “Non si fermano davanti ai no. L’l1 aprile francesi e fiorentini di Autolinee Toscane saranno a Livorno, davanti al deposito dei bus. E sia quel che sia. Vedranno se, davvero, Ctt Nord – l’azienda che gestisce il trasporto pubblico fra Livorno, Pisa e Lucca – impedirà l’accesso all’edificio ai nuovi gestori del trasporto pubblico locale. Sulla carta l’ha già fatto. Come tutte le società che aderiscono a Mobit, il consorzio fra società toscane che ha perso la gara da 4 miliardi per il trasporto urbano ed extraurbano fino al 2025“. Leggi l’articolo

La gara dei trasporti finisce sul tavolo dell’anticorruzione (Corriere Fiorentino – 6.04.2016)

Capture d’écran 2016-04-12 à 12.39.13Corriere Fiorentino – 6 aprile 2016 – di Marzio Fatucchi – “Una guerra a carte bollate su 4 miliardi di euro. La gara per l’assegnazione del servizio del trasporto pubblico locale su gomma finisce al momento davanti ai giudici del Tar e a Raffaele Cantone, il presidente dell’Anac, l’autorità nazionale anti corruzione“. Leggi l’articolo

Gara sui trasporti tra esposti e querele. La guerra si fa dura (Repubblica – 06.04.2016)

Capture d’écran 2016-04-12 à 12.39.52La Repubblica Firenze – 6 aprile 2016 – Ilaria Ciuti – “Si incattivisce la guerra per la conquista dei bus da guidare in tutta la Toscana per i prossi- mi 11 anni tramite la gara unica regionale da 4 miliardi aggiudicata ad Autolinee Toscane (Ratp). Dopo il ricorso al Tar e l’esposto all’Autorità nazionale anticorruzione, avanzato dallo sconfitto Consorzio Mobit, è la Regione Toscana a passare al contrattacco: mi avete attaccato presso Cantone? E ora io triplico. Così ieri l’amministrazione guidata da Enrico Rossi ha segnalato 1’«atteggiamento ostativo» di Mobit-Ferrovie all’Anac, all’Autorità di regolazione trasporti e all’Autorità garante della concorrenza e del mercato“. Leggi l’articolo

Bus in Toscana Mobit va all’attacco. Lettera a Cantone e ricorso al Tar (Repubblica – 31.03.2016)

Capture d’écran 2016-04-12 à 13.00.37Repubblica Firenze – 31 marzo 2016 – di Ilaria Ciuti – “Sull’esito del ricorso siamo tranquilli – dice il presidente di Autolinee Toscane Bruno Lombardi – Sappiamo di avere le carte in regola. I problemi sollevati sono inconsistenti. Ci auguriamo solo che l’iter sia il più rapido possibile in modo da non penalizzare la qualità servizio”. Leggi l’articolo…