Antitrust accusa Mobit/One «Condotte ostruzionistiche e lesive della concorrenza» (Il Tirreno)

RASSEGNA-STAMPAIl Tirreno – 8 luglio 2020 – Quello di Antitrust è un provvedimento duro. Mobit, One scarl e tutte le aziende toscane dei trasporti devono cessare l`ostruzionismo. Devono smettere di bloccare la gara (da 4 miliardi) per l`affidamento del trasporto pubblico regionale ad Autolinee Toscane. Questo significa che le società toscane hanno tempo fino a sabato per consegnare ai vincitori (ufficiali) dell`appalto indetto dalla Regione tutti i documenti necessari per iniziare il servizio. Se Mobit/One non ottempera a questa diffida, rischia una multa salatissima. Milionaria.

Pari fino al 10% del fatturato che, nel 2018 per la cordata perdente ha superato i 237 milioni. Secondo Antitrust, infatti, i gestori uscenti del servizio toscano di traporto pubblico negli ultimi anni avrebbero «attuato una strategia ostruzionistica» contro la Autolinee Toscane (AT) società fiorentina controllata da Rapt, colos- so francese dei trasporti. Il rischio reale di questa strategia sarebbe «un danno grave e irreparabile alla concorrenza perché le condotte delle aziende toscane hanno già ostacolato e continuano a ostacolare il subentro di Autolinee Toscane». Leggi l’articolo…

Comments for this post are closed.